testata
angus bisonte cammello canguro gazzella gnu kudu maiale pecora renna struzzo bufalo lama

Renna


Si tratta di un Mammifero originario delle regioni artiche e subartiche dell’Eurasia, appartenente alla famiglia dei cervidi. Rispetto agli altri membri della famiglia, la renna presenta palchi di corna in entrambi i sessi. Spazia dalla Norvegia alle regioni dell’Asia settentrionale.

Le caratteristiche di qualità e purezza della carne di renna sono date principalmente dalla provenienza dell’animale e dalle sue abitudini alimentari. La carne di renna è disponibile nei tagli tradizionali (filetto, costate, costolette, lombo, lingua e fegato), o sotto forma di prosciutto e salami affumicati – è destinata a diventare “una regina” anche a tavola. Per l’alta digeribilità e prelibatezza è particolarmente apprezzata dai gourmet più esigenti e dagli chef più raffinati.. Allevata in semilibertà, la renna si alimenta solo in pascoli selvatici nutrendosi di muschi e licheni. L’allevamento delle renne è regolamentato dal governo Finlandese, il quale fissa il numero massimo di capi da abbattere e quelli da destinare alla riproduzione.
Dal punto di vista visivo e olfattivo, la carne di renna si presenta interamente rossa senza venature di grasso, con un aroma deciso e intenso. Al gusto è saporita e delicata: nonostante viva allo stato brado, la renna non ha un sapore selvatico.

L’elevato contenuto proteico, il ridotto contenuto di grassi, l’alto indice di digeribilità (pari al 92%), consigliano l’utilizzo della carne di renna nelle diete per gli anziani e per bambini, ma, soprattutto, per chi pratica sport o, più semplicemente, vuole mantenersi in forma.